Natale a Napoli – Christmas time in Naples
Tripudio di gioia, colori, profumi e voci. Napoli offre ai propri visitatori uno spettacolo gratuito. L’occhio del turista (e del locale), si satura di un misto di gioie visive. A colpire da sùbito è la maestrìa degli artigiani locali, che dopo lunghe ed estenuanti ore di lavoro, completano le proprie creazioni da destinare al presepe o all’albero di natale. All’inizio di San Gregorio Armeno, ci s’imbatte in una serie di  personaggi televisivi (e non) entrati a far parte di dovere nella tradizione presepistica napoletana. E’ così che accanto al classico pastore, magari il Benino dormiente, si trova l’ultimo soggetto del gossip all’italiana, il calciatore, la velina o il presidente della squadra partenopea, venerato a Napoli come salvatore delle folle. Veri e propri gioielli dell’artigianato locale, i pastori di ceramica sono riprodotti in diverse scale, fino ad arrivare all’uno-uno.  Scendendo si forma un imbuto di curiosi e turisti che affollano le traverse dei “Tribunali”. Prende vita un presepe nel presepe, arte nell’arte. Luci, festoni, muschio, e stelle di natale a farla da padrona. E’ il Natale della tradizione partenopea. Le maschere del classico pulcinella, si affiancano ai dolci della tradizione: roccocò, mustacciuoli, susamielli, struffoli e , perché no, le pastiere. In […]
15 Dic 2014 in Senza categoria, by
Giacinto il Pescatore
Il ricordo di un esperto lupo di mare, uomo riservato ma sempre pronto al confronto con i più giovani . Lo incontravi sul pontile del porticciolo di Lacco Ameno, intento a riparare le reti da pesca consunte dal tempo e dall’uso ripetuto. Canuto come la spuma del suo mare,berretto sempre sul capo, occhiali che nascondevano un occhio socchiuso ed uno mal funzionante. Emaciato, leggera barba bianca, viso le cui rughe sembravano scorrere al pari dei solchi disegnati dalle onde del mare al passaggio di un peschereccio. Le mani nervose, i piedi segnati dal tempo, raccontavano da soli storie di vita vissuta segnata dalla fatica, dalla fame nei tempi di guerra, dalle sofferenze provocate da regimi totalitari oppressivi.  Ogni volta che lo incontravo, in un momento di pausa dal suo costante, interminabile lavoro, si lasciava andare a racconti di altri tempi. Sfilavano nella sua mente prima, dalla sua bocca poi, una folta schiera di personaggi, di animazioni e di storie. “All’epoca mia era diverso”- esordiva così il vecchio pescatore, finendo inesorabilmente con il parlare della pochezza e della materialità dei giorni nostri. E tra i vari racconti, inevitabile qualche foto ricordo. This Post Has Been Viewed 76 Times
23 Nov 2014 in Senza categoria, by
Personale Fotografica “Forio, Bellezze naturali della città turrita”.
1-30 Settembre 2014 Museo di Santa Maria di Loreto in Forio (in foto). Mia personale fotografica di paesaggio. Un viaggio virtuale nelle bellezze del paesaggio foriano. Tutti invitati. http://www.ildispari.it/it/a-forio-la-personale-di-ivano-di-meglio/ Testi: www.incompagniadiunapenna.wordpress.com – Particolari ringraziamenti all’Artista Manuel Di Chiara: www.manueldichiara.com This Post Has Been Viewed 276 Times
30 Ago 2014 in Senza categoria, by
Isole del Golfo – Procida
Tra le perle del golfo di Napoli, l’isola di Procida rappresenta un connubio di storia e bellezza. Ospitalità, gentilezza e scorci mozzafiato si fondono, offrendo ai fortunati spettatori uno spettacolo che ha pochi eguali in Italia, e nel mondo. Raggiungibile da Napoli con traghetto o con aliscafo in circa 30 minuti, Procida offre sùbito incantevoli scenari. A svettare su tutti è Palazzo Montefusco (XII secolo), le cui merlature si stagliano all’orizzonte. A colpire sono i meravigliosi colori dell’isola e la sua caratteristica architettura. Probabilmente già abitata intorno al XV secolo a.C, l’isola ha conosciuto diverse dominazioni e culture, che le hanno conferito il suo aspetto odierno. Ci avviamo verso Marina Grande, la zona portuale. I pescatori scaricano il pescato in numerosi contenitori di polistirolo, che saranno poi destinati alla vendita nelle numerose pescherie e ristoranti. La cucina di prodotti ittici è un must dell’Isola di Procida. La qualità si sposa con la convenienza, data anche la mole del pescato. Pochi passi dopo si può notare da lontano, la cupola della Chiesa di Santa Maria della Pietà. Breve sosta ai bar della zona, con degustazione di prodotti locali (da provare la lingua di Procida, prodotto dolciario). Svolta a destra con una […]
08 Mag 2014 in Senza categoria, by
Foto Backstage Actus Tragicus 2014
This Post Has Been Viewed 180 Times
06 Mag 2014 in Senza categoria, by
Actus Tragicus Forio 2014
Venerdì Santo all’insegna della passione di Cristo in quel di Forio. Duecento figuranti sfilano per le strade cittadine mettendo in scena gli ultimi momenti della vita di Cristo. Regia affidata a Salvatore Ronga, che prende il testimone del compianto Prof. Zivelli, scomparso pochi mesi prima. Cura del particolare ed ambientazione in epoca romana, che lasciano poca spazio all’immaginazione e che offrono a passanti e turisti uno spettacolo intenso. La varie scene sono dislocate sull’intero centro foriano. Si parte in grande stile: bighe trainate da cavalli bianchi e colorati, fanno strada a donne,uomini e bambini lungo il corso dell’attonita cittadina turrita. Soldati dell’impero, con fare aggressivo e deciso, squarciano la folla di curiosi ed incutono timore con uditivi scudisci. Atmosfera fitta, intensa, che tinge il territorio di un rosso sangue. Il sangue versato sulla croce trasportata a fatica dal Cristo ottimamente rappresentato da Francesco Castaldi, cui vanno complimenti per le magistrali interpretazioni alle quali ci ha abituati nel corso degli anni. Suoni, suggestioni e colori che sembrano costituire il simbolo di un passato lontano, in cui gli abitanti dell’isola combattevano faccia a faccia con un nemico dal volto straniero. Mescolanza di volti, di espressioni e di smorfie che ben riflette il […]
06 Mag 2014 in Senza categoria, by
Intervista a Gilda Cortese, scrittrice ed autrice del Blog “In compagnia di una penna”
Oggi incontriamo Gilda Cortese, scrittrice ed autrice del blog “In compagnia di una penna”. Gilda, come hai iniziato a scrivere? <<L’ho sempre fatto. Da piccola ho sempre amato scrivere, raccontare ed inventare storie. L’amore per la letteratura è stata la chiave che mi ha permesso di entrare in contatto con le mie fantasie e di metterle per iscritto>>. Cosa ti affascina del mondo della letteratura e, più in particolare, della scrittura? <<Leggere e scrivere mi permettono di indossare nuove vesti, di vivere vite alternative che magari sono in completo contrasto con il mio essere. Attraverso la lettura è meno faticoso, spogliarsi di sé. Mentre la scrittura, anche se richiede un lavoro più impegnativo, è molto più eccitante e appagante>>. Cosa ti ha spinto a scrivere il tuo primo romanzo “La mia vendetta è l’amore”? <<È nato per caso, non mi ero prefissata alcuna storia. Giorno dopo giorno, frase dopo frase è nata la storia di Giorgia e di Sandro.L’amore è un tema sicuramente attuale, ma non era preventivato>>. Quali secondo secondo te le qualità che deve NECESSARIAMENTE  avere uno scrittore o una scrittrice? <<Avere una apertura mentale e la capacità di guardare il mondo con curiosità e senza pregiudizi>>. Come […]
02 Mag 2014 in Senza categoria, by
Venerdì Santo 2014 – Procida
Venerdì Santo all’insegna della passione di Cristo. L’isola di Procida, nel Golfo di Napoli, accoglie una delle più spettacolari manifestazioni votive dell’intera penisola italiana.  Si inizia alle 4 del mattino, quando il suono della buccina, strumento a fiato senza tasti dal dispendioso utilizzo, sancisce il risveglio dei procidani “non addetti ai lavori”. Notte lunga e bianca da parte dei fedeli direttamente coinvolti nella costruzione dei “Misteri”, carri votivi ispirati alla passione di Cristo. Appuntamento a Terramurata per il posizionamento dei Misteri numerati. Un nugolo di figuranti si appresta a vestirsi con i tradizionali cappucci bianchi ed i vestiti turchesi, che caratterizzano proprio la confraternita dei Turchini, risalente al XVIesimo secolo. I neonati, tra le braccia accoglienti delle proprie mamme, rappresentano gli angeli pasquali.  Il suono della buccina, seguito da tre colpi di un uditivissimo tamburo, sanciscono l’inizio della rappresentazione. Sfilano così carri la cui creazione ed il cui risultato, è molto complesso. Da “Misteri” di pochi chilogrammi (quelli destinati ai fanciulli), si passa a realizzazioni in legno ed altro materiale di decine o centinaia di chilogrammi. Vere e proprie opere d’arte, costate mesi di sudore e mancato sonno,  scendono lentamente verso il mare. Date le dimensioni ed il peso dei carri, la […]
01 Mag 2014 in Uncategorized, by
Procida – I Misteri
Giovedì Santo, Procida. Isola gioiello del golfo di Napoli, This Post Has Been Viewed 890 Times
28 Apr 2014 in Senza categoria, by
Shop
This Post Has Been Viewed 45 Times
29 Mar 2014 in Senza categoria, by