Isola di Procida
Baciata dal mare, abbacinata dal sole, Procida, perla del Tirreno, si erge ai turisti in tutto il suo maestoso splendore.  Musa ispiratrice di poeti, scrittori, attori, alte personalità, l’Isola di Arturo (Elsa Morante), conferisce al visitatore sensazioni di pace e di tranquillità. Ancora prima di mettervi piede, regala colori saturi, dall’azzurro carico delle acque e del cielo, al giallo delle chiese, al rosso dei palazzi. Non appena sbarcati, alla vista si unisce l’olfatto: odore di mare, di pesce, di pescatori e di reti, di vita vissuta, di lavoro e sacrificio. Tra una bitta e quella successiva, alle gomene si aggiungono le numerose reti da pesca che i pescatori, con léna affannata a causa della lunga battuta di pesca mattutina, provvedono instancabilmente a riparare. Marina grande, i vicoli stretti, l’architettura delle case costruite “in verticale”. Economia di spazi, gestione delle aree, colori sgargianti, tinte decise. Impronte marcate di antiche dominazioni che squarciarono il cuore del meridione italico, secoli e secoli addietro, e che temprarono il carattere ed i tratti morfologici dell’intera popolazione procidana. Accoglienti, disponibili, instancabili lavoratori, i procidani, non risparmiano un sorriso ai migliaia di visitatori che ogni anno l’affollano. Marina di Chiaiolella, giro in barca, ristorante locale con specialità […]
28 Mar 2015 in Senza categoria, by
Castello Aragonese Ischia – The Aragon castle Ischia
Simbolo dell’Isola d’Ischia, il castello aragonese è situato nella frazione di Ischia Ponte (antico borgo). Risale, nella sua prima costruzione, al 474 a.c. (autore Gerone I di Siracusa). Questa fu ripresa da Alfonso d’Aragona nel 1441, epoca a cui risale l’istmo che lo collega all’Isola d’Ischia. E’ stato per molto tempo rifugio degli isolani contro gli attacchi dei pirati che assalivano le coste isolane e quelle del sud Italia. Durante la mia ricerca fotografica, ho voluto fotografarlo in diversi momenti, in diverse situazioni meteo e da svariati punti d’osservazione. Cromie sempre diverse, cariche, intrise di bellezza ed emozione. Tra fontane di fuochi artificiali e luci d’artista, lo spettacolo di compone. This Post Has Been Viewed 1,626 Times
21 Gen 2015 in Senza categoria, by
Scannella Ischia Forio
Situata nell’incantevole Comune di Forio d’Ischia, la Scannella offre scenari mozzafiato al turista ed al locale. E’ raggiungibile dal centro di Panza, con autobus CD o CS. Una volta raggiunto l’Hotel San Leonard, ci si ferma per godersi i primi scorci di bellezza naturale. A sinistra Punta Imperatore, a destra il Monte di Panza. Nel mezzo, un’incantevole baia domina la visuale dello spettatore posto al di sopra di essa. La vegetazione è fitta e si nota sùbito la numerosa presenza di cactus sparsi lungo il costone sottostante. La discesa continua fiancheggiando il rinomato Hotel panzese. Si arriva ad una discesa (di cemento) che conduce allo sterrato ed una distesa di canne ad alto fusto. Il vento agita le piante e crea un piacevole suono che accompagna la passeggiata. Verde, natura agli albori, vento freddo e odore d’erba. La successiva sosta fotografica si svolge poco prima delle scalinate che conducono dritto al cuore della baia.Purtroppo la discesa è interrotta dal cancello chiuso di un Hotel locale, il quale impedisce di raggiungere (almeno nei periodi invernali), il mare e le rocce. Ci si ferma per altre foto, facendo ben attenzione ad ancorare i piedi sui numerosi gradini della località marina. Il vento […]
10 Gen 2015 in Senza categoria, by
seascape ischia
Eccovi una serie di seascapes e landscapes made in Ischia, pubblicati per farvi apprezzare le bellezze del territorio isolano. Ischia, perla del mediterraneo intero, si presenta in questi scatti in tutta la sua bellezza. Isole sorelle, Capri e Procida, e via via le altre isole più distanti. This Post Has Been Viewed 181 Times
07 Gen 2015 in Senza categoria, by
Pizzi Bianchi -Foto Ischia
Località sconosciuta ai più, è situata nel Comune di Serrara Fontana. Bellezza paesaggistica con pochi eguali sull’isola d’Ischia, i Pizzi Bianchi sono raggiungibili dal centro della cittadina montuosa. Con le linee CD, CS,si giunge all’altezza della croce rosa locale. Si scende mantenendo la destra. Il percorso è sterrato; scarponi da montagna antiscivolo e, possibilmente, una bastone da montagna, sono richiesti per la discesa. Già dall’alto è possibile ammirare i colori del mare dei Maronti e le nuances del cielo. Il percorso è impervio e, per raggiungere la meta,bisogna attraversare un sentiero che separa diversi appezzamenti di terra. I contadini del posto  non fanno fatica a raggiungere il canyon. Attrezzati di motozappe, scendo fino al proprio appezzamento di terra, con una maestria ed una semplicità che destano meraviglia. Dopo l’ultimo tratto con una pendenza superiore alla media, si giunge al canyon di formazioni di tufo bianco. Ci si gode lo spettacolo in silenzio, in un ambiente affascinante e distante dalla caotica realtà !! This Post Has Been Viewed 973 Times
04 Gen 2015 in Senza categoria, by
Scarrupata – Barano d’ischia – Foto ischia
Salita ripida, quadricipiti in tensione, battito accelerato. Si parte dal versante di Chiummano, destinazione Scarrupata. Tratto situato nella parte sud-orientale dell’isola, si estende da Capo Grosso a Punta San Pancrazio. Zaino in spalla, si scende lungo i numerosi gradini scavati nella pietra vulcanica.  Dopo una piccola sosta al primo belvedere, si affronta il tortuoso territorio sottostante. Il panorama è mozzafiato, i colori del mare sono saturi, quelli della luce di un arancio carico. Il sole si appresta a tramontare. Bisogna calcolare (orologio alla mano) i tempi necessari alla discesa e, soprattutto, alla risalita. Numerosi sono i corrimano che accompagnano l’esploratore lungo il cammino, che si presenta scosceso e, talvolta, privo di recinzioni di sicurezza. Consigliati sono, all’uopo, un paio di scarponi da montagna con solidi tacchetti antiscivolo. I gradini si fanno strada tra la fitta vegetazione del posto, e sembrano quasi ad essa soccombere, in una sorta di eterna lotta tra natura e creazioni dell’uomo.  Si scende lungo la fiancata della montagna. Ciottoli, rovi e sterpaglie varie caratterizzano il tratto . A pochi metri dalla spiaggia, è situato un ristorante tipico ischitano, il quale accoglie i turisti provenienti dal mare e dalla montagna. Ed è proprio dal mare che è […]
30 Dic 2014 in Senza categoria, by
Santa Maria al Monte – Forio d’Ischia
Insolito pomeriggio di dicembre in quel di Forio.  Con il Natale vicino, ci si aspetterebbe freddo pungente, vento a raffiche, ed abbigliamento pesante . Invece, abbacinati dal sole caldo,in una giornata quasi primaverile, si parte verso le alture del territorio foriano. Destinazione Santa Maria al Monte. Sono diversi i percorsi che conducono alla meta: la scelta cade su via bocca. Sebbene con l’auto, ci si impiegano svariati minuti per raggiungere il piccolo spazio di sosta nel quale lasciare la propria autovettura. La strada è sterrata, il percorso è impervio, irto. I residenti, molto di più dei non, si inerpicano rapidamente sui ripidi pendii tufacei della zona. A dominare la vista è il colore verde del tufo ischitano. Bastano due dita d’apertura di finestrino auto, che l’odore della pietra, delle terre e dei suoi prodotti, penetra nelle narici, diffondendo una piacevole sensazione di benessere. Quasi giunti alla meta, il panorama è mozzafiato. Ci si gode in silenzio la veduta di Forio (e dei comuni limitrofi) dall’alto.  Sulla sinistra Citara colpita dai raggi del sole intenso; sulla destra la chiesa del Soccorso ed il centro cittadino. Dopo cinque minuti di passeggio tra le campagne locali, si arriva alla chiesa di Santa Maria […]
24 Dic 2014 in Senza categoria, by
Epomeo Ischia – Foto Ischia
 Vetta più alta dell’isola d’Ischia con i suoi suoi 789 metri, il Monte Epomeo si erge maestoso sul territorio di Serarra Fontana. Il Comune è raggiungibile con l’autobus CD da Ischia Porto (circa 30 minuti). Dopo aver attraversato il Comune di Barano d’Ischia, si giunge a Fontana, a circa 3 km dalla vetta.  Muniti di pazienza e buone gambe,si sale fino a raggiungere il “campo base”. I locali sono molto accoglienti e, a poco meno di 1km dalla sommità, prima di affrontare l’irto sentiero, ci si può abbeverare e mangiare un boccone (leggero). Dopo qualche boccata d’aria, si parte per “il pezzo forte” del percorso. La montagna è raggiungibile da almeno altri due sentieri: quello del bosco della Falanga, e quello della Pietra dell’acqua, ma consigliabili per esperti. Da non disdegnare la salita con il mulo serrarese, percorso agreste rilassante per amanti della natura selvaggia. I sentieri scavati dalla natura (e dall’uomo) nella roccia, conducono ad appezzamenti terrieri dai quali si gode di un panorama mozzafiato. Spiccano sullo sfondo suggestive location, Sant’Angelo compresa. Momenti di riflessione, di liberazione dallo stress quotidiano, da qualsiasi “intruso” della faticosa vita moderna. Il sole scende, la luce si tinge d’arancio carico. La nostra stella […]
21 Dic 2014 in Senza categoria, by
Forio d’Ischia Foriodischia Forioitaly
Giornata invernale, umida più che fredda. La vicinanza del mare si sente nelle ossa. Sole coperto dalle nuvole, come una coperta che avvolge dolcemente. La nave di passaggio, il suono del mare, fanno da contorno ad uno splendido scenario: i raggi del sole bucano le nuvole, e si diffondono in mille fasci. This Post Has Been Viewed 86 Times
19 Dic 2014 in Senza categoria, by
Tempesta ad Ischia – 30/07/2010
Cielo plumbeo, mare increspato, aria “in tumulto”. Uno stormo d’uccelli scappa impazzito da qualcosa, via verso mete più tranquille e sicure. Sembra la classica tormenta estiva quando, ad un tratto, si compone uno scenario quasi apocalittico. “Si è arrabbiato il cielo” tuona un bambino, osservando i genitori con occhi impauriti. Le nuvole iniziano a ruotare in modo nervoso, componendo, all’altezza del Castello Aragonese, un vortice d’aria sempre più grande. Il tuono impetuoso dà inizio ad uno spettacolo della natura. Alla destra del famigerato Castello isolano, un’enorme tromba d’aria  si completa e minaccia costruzione stessa e zona costiera. Numerosi gli spettatori, che riprendono increduli l’insolita scena. Preoccupati per le possibile conseguenze nefaste, diversi segnalano alle autorità competenti. Fortunatamente, così come si era creata, la tromba d’aria perde potenza e sfuma allo stesso interno delle nuvole cariche di rabbia. Scena da me immortalata in diverse foto, delle quali ne propongo una sola, la più significativa, convertita in bianco e nero. This Post Has Been Viewed 86 Times
17 Dic 2014 in Senza categoria, by